Associazione Culturale Alliance of Nations in the World

_ ATTO COSTITUTIVO_

ART. 1 – COSTITUZIONE E SCOPO

L’Associazione di promozione sociale “Alliance of Nations in the World” è costituita per finalità culturali e sociali, senza scopi di lucro secondo la normativa ex legge 383/00 e cr 28/96. In particolare essa ha come scopo quello di favorire la migliore integrazione della comunità Internationale in Italia. Da allora Studia, progetta e realizza iniziative per:

  • promuove i propri valori storici e tradizionali sulla scorta delle esigenze del vivere civile e sociale, operando anche nel campo del volontariato ed educativo sociale, anche in collaborazione con il Governo locale ovvero, se necessario e possibile, anche autonomamente da esso e con l’eventuale ausilio di Istituzioni pubbliche o private.
  • si pone come raccoglitore delle istanze dei cittadini del mondo;
  • agisce come interlocutore degli organi di Governo locale o nazionale inoltrando proposte.
  • promuove la realizzazione di opere e servizi sociali;
  • favorisce l’educazione civica della comunità Internazionale, nel più ampio rispetto della legge italiana nonché dei valori storici e culturali dell’Italia;
  • promuove la realizzazione della integrazione della comunità Internazionale anche attraverso espressioni artistiche, dall’artigianato alla moda, dall’arte figurativa allo spettacolo, dalle rappresentazioni sceniche al teatro;
  • collabora con qualsiasi Istituzione pubblica o privata che operi nell’ambito dei propri fini associativi o comunque nell’interesse della crescita della comunità Internazionale sotto ognuno dei suoi aspetti civico, storico e culturale. Gli obiettivi si sostegno sociale e Volontariato dell’Associazione Culturale Alliance of Nations in the world si rivolgono in particolare, ai Giovani, alle Donne alle categorie svantaggiate, traducendosi in progetti innovativi, che permettano una reale crescita dell’intera comunità.

E costituita l’Associazione denominata ” Alliance of Nations in the World”.

L’Associazione è apolitica e aconfessionale e non ha scopi di lucro.

Gli organi dell’Associazione sono: il Presidente, il Consiglio del Presidente e l’Assemblea dei Soci.

Il patrimonio è costituito oltre che dalle quote sociali, da: eventuali contributi; donazioni o lasciti di soci e/o di terzi; attrezzature; mobilio; immobilizzi; qualsiasi entrata a qualsiasi titolo effettuata previa delibera di accettazione da parte dell’assemblea dei soci.

L’esercizio finanziario si chiude il 31 dicembre di ogni anno. Alla fine di ogni esercizio, entro il termine di un mese, vengono predisposti dal consiglio di presidenza il bilancio consuntivo e quello preventivo relativo all’esercizio successivo.

L’Associazione è retta dallo Statuto che, sottoscritto dai firmatari del presente atto, si allega di seguito al presente atto perché ne formi parte integrante e sostanziale.

– COLORI SOCIALI
I colori sociali sono il blu e il nero.

– I SOCI
I Soci dell’Associazione possono essere:

  • a) Onorari;
  • b) Ordinari.

Sono Onorari i Soci firmatari del presente statuto, detti anche in questo senso “Fondatori”, nonché coloro che l’Assemblea dei Soci ritiene opportuno di nominare in riconoscimento di meriti eccezionali acquisiti in virtù dell’apporto dato all’Associazione in ragione degli scopi associativi.
No differenze sostanziali Diritto/Dovere.
Sono Ordinari, o semplicemente Soci, tutti i soci dell’associazione ad esclusione di quelli Onorari.
La determinazione dell’ammontare annuo della quota associativa – che da diritto all’acquisizione della qualità di Socio ai sensi dell’art. 5 – ovvero delle eventuali forme di rateizzazione della stessa e di ogni altro tipo di agevolazione, sono di competenza esclusiva del Cd.

– PROCEDURA DI AMMISSIONE A SOCIO ORDINARIO
Per essere ammessi alla categoria di Soci Ordinari, di cui all’art.4 lett.b), deve essere sottoscritto il relativo modulo predisposto dall’Associazione. All’atto della sottoscrizione il richiedente deve essere avvertito che ha la facoltà di prendere visione dello statuto. La sottoscrizione dà comunque per noto lo statuto.
Il Consiglio del Presidente deciderà sull’accettazione della domanda nella prima riunione utile.
Entro cinque giorni dalla data di comunicazione – anche verbale – dell’avvenuto accoglimento della domanda, il Socio è tenuto a versare la quota associativa qualora non vi abbia provveduto contestualmente all’iscrizione.
Il rigetto della domanda comporta la restituzione della quota, se preventivamente versata.

– DIRITTI ED OBBLIGHI DEI SOCI
Il Socio ha diritto di partecipare, secondo le modalità che verranno di volta in volta stabilite, all’attività dell’Associazione.
I Soci hanno l’obbligo di:

  • – osservare lo statuto e le delibere dell’Associazione;
  • – versare la quota associativa nei tempi e nei modi stabiliti dal Consiglio del Presidente;
  • – osservare reciprocamente e rispettare tra di loro l’obbligo di lealtà, probità e rettitudine.

– PERDITA DELLA QUALITÀ DI SOCIO
Il Socio cessa di far parte dell’Associazione:

  • – per dimissioni da presentarsi per iscritto entro il 30 novembre di ogni anno;
  • – automaticamente, per mancato pagamento della quota associativa,data………….(salvo proroghe deliberate dal Cd).
  • – per radiazione deliberata dal Consiglio del Presidente, allorché il Socio commetta azioni o tenga comportamenti contrari alla Legge o comunque lesivi degli interessi associativi.

– ORGANI SOCIALI
Gli organi dell’Associazione sono:

  • a) l’ Assemblea dei Soci;
  • b) il Presidente;
  • c) il Consiglio del Presidente.

– L’ ASSEMBLEA DEI SOCI
L’Assemblea dei Soci è composta da tutti i Soci in regola con il tesseramento.
L’Assemblea dei Soci è convocata per via telefonica o per altro mezzo comprovante la ricezione almeno 15 giorni prima della data stabilita, con l’indicazione dell’o.d.g.
L’Assemblea dei Soci deve tenersi:

  • * comunque, almeno una volta all’anno per votare la relazione tecnica, morale e finanziaria dell’anno precedente, nonché per deliberare sui bilanci preventivi e consuntivi predisposti dal Consiglio del Presidente;
  • * almeno una volta ogni quattro anni per eleggere il Presidente e il Consiglio a lui collegato;
  • * ogni qualvolta il Consiglio del Presidente lo ritenga opportuno;
  • * su richiesta motivata di almeno 1/5 di tutti i Soci aventi diritto al voto;
  • * per cessazione dalla carica di Presidente per qualsiasi motivo;
  • * per dimissione o decadenza di 3/4 dei componenti il Consiglio del Presidente;
  • * per deliberare le modifiche del presente statuto.

Sono articolazioni della Assemblea dei Soci, con funzioni consultive ed eventualmente – per delega del Presidente – rappresentative:

  • 1. il Gruppo Tecnico, costituito dai Soci che intendono erogare le proprie competenze tecniche nello studio dei problemi e nella formulazione delle proposte;
  • 2. i Gruppi Tematici, costituiti dai Soci che si impegnano operativamente in singole questioni.

– VALIDITÀ DELLE RIUNIONI DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI
Salvi i casi in cui il presente Statuto richieda particolari quorum costitutivi, la Assemblea dei Soci è validamente riunita:

  • * in prima convocazione, quando siano presenti i 3/5 degli aventi diritto;
  • * in seconda convocazione, dopo almeno 24 ore , qualunque sia il numero dei presenti.

Per l’elezione del Presidente e del Consiglio a lui collegato – a scrutinio segreto – è necessaria la presenza della maggioranza degli aventi diritto non è ammesso il voto per delega, né per corrispondenza.
Ciascun Socio può essere portatore di deleghe di altri soci in un numero non superiore a tre.
Le delibere sono prese a maggioranza semplice, salvi i casi in cui il presente Statuto richieda maggioranze diverse.
La Assemblea dei Soci è diretta dal Presidente e dal suo Consiglio. In caso di elezioni nomina due scrutatori.
Le delibere sono prese con voto palese per alzata di mano e controprova, salvi i casi in cui il presente statuto richieda altre forme.
Nel caso in cui il numero di votanti a favore sia uguale a quello dei voti contrari, vale il voto del Presidente.– IL PRESIDENTE
Il Presidente dirige l’Associazione a norma del presente Statuto e in ogni evenienza ne è il legale rappresentante. Dura in carica 4 (quattro) anni e può essere riconfermato.
Il Presidente può delegare in tutto o in parte le sue funzioni rappresentative.
Il Presidente è eletto a scrutinio segreto dalla Assemblea dei Soci a maggioranza assoluta, sulla base di candidature presentate ai sensi del comma successivo. Nell’ipotesi di candidatura unica è ammessa l’elezione per acclamazione. Il Presidente viene eletto con il Consiglio a lui collegato composto da tre Soci indicati in una lista presentata unitamente alla propria candidatura ai sensi del comma successivo. Su proposta motivata della maggioranza assoluta degli aventi diritto a voto, il Presidente – per azioni o comportamenti contrari agli interessi associativi – può essere sfiduciato dalla Assemblea, che dovrà essere convocata per la nomina del successore.
Il Socio che intende essere eletto come Presidente deve presentare la propria candidatura unitamente alla lista dei suoi Consiglieri almeno 15 giorni prima della data prestabilita per la convocazione della Assemblea dei Soci, depositando la stessa presso la sede in modo da essere resa pubblica. Il Presidente uscente, unitamente al Consiglio, è candidato d’ufficio per la stessa carica, salvo che non dichiari per iscritto di voler rinunciare alla candidatura ovvero non presenti una nuova lista di Consiglieri.
La carica di Presidente è onorifica ed essenziale. La decadenza del Presidente, per qualsiasi causa, rende obbligatorio procedere a nuova elezione che dovrà effettuarsi entro 30 giorni dall’evento.
Nei casi di assenza o impedimento temporaneo, ovvero in caso di decadenza in attesa che vengano indette le nuove elezioni, le funzioni di Presidente saranno svolte dal Consigliere indicato dal Presidente.
Assenza o impedimento per periodi continuativi superiori a 6 mesi si considerano definitivi e impongono l’elezione di un nuovo Presidente.

– IL CONSIGLIO DEL PRESIDENTE
L’Associazione è retta da un Consiglio composto dal Presidente e dai Soci a lui collegati ai sensi dell’art. 11 comma 3 periodo 3 del presente statuto.
Il Presidente nomina all’interno del suo Consiglio un Segretario e un Tesoriere, che possono essere riuniti anche nella persona di un unico Consigliere.
Il Consiglio del Presidente predispone e delibera il programma dell’Associazione.
Il Consiglio del Presidente decide a maggioranza: in caso di parità, vale il voto del Presidente.
I membri del Consiglio decadono dalla carica:

  • * per rinuncia espressa;
  • * per perdita della qualità di Socio;
  • * I membri uscenti del Consiglio possono essere in ogni momento ricandidati. Tra i componenti del Consiglio, in particolare:
  • * il Tesoriere sovrintende alla contabilità, s’incarica della riscossione delle entrate e della tenuta dei libri. Provvede alla conservazione delle attività sociali e alle spese, da pagarsi su mandato del Presidente;
  • * il Segretario dà esecuzione alle delibere e redige i verbali delle riunioni, provvede al normale andamento dell’Associazione e dirige l’amministrazione sociale.

La carica di Consigliere è onorifica.
La decadenza dalla carica di Consigliere, per qualsiasi motivo, Socio che lo sostituisca e che verrà presentato alla Assemblea dei Soci alla prima riunione utile.– ESERCIZIO FINANZIARIO
L’esercizio finanziario ha la durata di un anno e coincide con l’anno solare.

– CONTROVERSIE
I Soci s’impegnano a non adire in nessun caso le vie legali per eventuali questioni che dovessero insorgere tra di loro e/o con l’Associazione.

– PATRIMONIO ED ENTRATE
Il Patrimonio è costituito da:

  • * attrezzature, mobilio e eventuali impianti;
  • * tutti gli immobilizzi deliberati dalla Assemblea dei Soci. Le Entrate sono costituite da:
  • * quote sociali;
  • * eventuali contributi di Enti pubblici o Società private;
  • * eventuali donazioni o lasciti;
  • * qualsiasi entrata effettuata a qualsiasi titolo, compatibile con le normative vigenti

– DURATA, SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE
La durata dell’Associazione è illimitata. Lo scioglimento dell’associazione deve essere deliberato dalla Assemblea dei Soci con la maggioranza di almeno 4/5 degli aventi diritto al voto.
Con la stessa maggioranza verranno nominati i liquidatori, determinandone i poteri e verrà stabilita la destinazione del patrimonio sociale residuo.

– MODIFICAZIONE DELLO STATUTO (sentita l’autorità denominata agenzia per le ONLUS9).
Le modificazioni del presente statuto debbono essere deliberate dalla Assemblea dei Soci con la presenza dei 2/3 degli aventi diritto.
Aggiungere 2° convocazione quorum libero.
Le modifiche si intendono approvate con il voto favorevole dei 4/5 dei presenti.